Cosa può mangiare un intollerante al lattosio

latte-art
Foto dal web

Quando si scopre di essere intolleranti al lattosio, la prima domanda che ci facciamo è “Cosa posso mangiare?” E’ esattamente la domanda che mi hanno rivolto alcune persone, ed è decisamente una bella domanda..
Perchè non è così semplice come si possa pensare in un primo momento.
L’intolleranza al lattosio è causata da un deficit enzimatico, lo si diagnostica con un esame clinico chiamato ” Breath test”, ed impedisce al nostro organismo di scindere il lattosio in zuccheri semplici facilmente digeribili. Le conseguenze possono essere le più varie, tutte riconducibili al mancato funzionamento dell’apparato gastrointestinale.
E’ normale che chi soffra di questo disturbo, esattamente come il celiaco, debba stare attento a quello che mangia, pena ore, se non giorni di malesseri, ma non è esattamente facile, perchè se il lattosio è ancora sconosciuto ai più, è invece ben conosciuto dai produttori di cibo industriale, che lo usano come conservante ed additivo in centinaia di prodotti.
Quindi la prima regola fondamentale è leggere sempre le etichette, anche delle cose più impensabili come crackers salati, affettati, wurstel, contorni e più in generale, piatti pronti, pane morbido, pancarrè, panini ai cereali, cereali, muesli, ecc.
Questo non significa però rinunciare a tutto. Esistono prodotti per tutte le esigenze che non usano derivati del latte, come Privolat della Misura, Più leggeri della Galbusera, gli affettati Fiorucci, ecc
Non posso fare un elenco dettagliato di marche ( per il quale rimando a questo link ) ma do volentieri qualche suggerimento in proposito:

Se possibile prepararsi sempre le pietanze da soli, scegliendo accuratamente le materie prime
Leggere sempre le etichette.
Esistono in commercio latti delattosati, con contenuto di lattosio variabile da 0,01 a o,5. Se l’intolleranza non è grave, potete usarli per preparare creme, salse, budini e in tutte le preparazioni in cui serve il latte, così da averne il gusto senza “conseguenze”.. Esistono però persone che non sopportano neppure quella minima percentuale di lattosio; in quel caso la cosa migliore è usare alternative vegetali, come latte di soia, di riso, di avena, ecc..
Attenzione alle margarine, che oltre ai grassi idrogenati, contengono a volte anche una percentuale di burro.
Attenzione anche alla panna vegetale che contiene latticello, cioè lattosio..
Attezione anche ai medicinali, il lattosio viene usato come eccipiente.
In generale sono sicuri anche i prodotti che, pur non avendo derivati del latte all’interno, usano la dicitura “prodotto in stabilimento che usa latte, ecc”, non siamo allergici, quindi una contaminazione con macchinari in cui è stato lavorato il latte non ha effetti drammatici..
Provare sempre piccole porzioni prima di mangiare una cosa nuova e vederne l’effetto, poi aumentare gradualmente. Quando si provano alimenti nuovi è sempre meglio attendere almeno 4 giorni, prima di essere sicuri che non abbiano conseguenze indesiderate
Dichiarare sempre la propria intolleranza quando si è fuori, molti ristoratori sono accorti nei nostri confronti e preparano piatti a parte. Purtroppo molti confondono il lattosio con latte e derivati e non sempre sono preparati in proposito, ma questo è un limite con cui dovete abituarvi a fare i conti..
Da qualche anno esistono in commercio prodotti che aiutano nella digestione del lattosio, come Caolat, Lactoint, Digerlat, Lactdigest, Silact. Si tratta di compresse o gocce, che se assunti da un’ora a pochi minuti prima ( a seconda del prodotto ), permettono di mangiare una lasagna, un cornetto, una bella fetta di dolce o uno sformato, senza conseguenze. Non si tratta però di pillole miracolose, una volta finito l’effetto, tutto torna alla normalità. Io le uso quando vado a pranzo fuori, se sono invitata da amici e non voglio metterli in difficoltà con le preparazioni, quando ho voglia di una colazione in pasticceria o per godermi un quadretto di cioccolata in santa pace.
Naturalmente potete mangiare carne ( rossa e bianca) pesce, verdura e frutta (queste ultime con parsimonia, non perchè contengano lattosio, ma perchè il vostro apparato gastrico è delicato ) riso, pasta e legumi, gelati alla frutta ( anche se di norma sono fatti senza latte chiedete sempre gli ingredienti) e preparati alla soia per intolleranti, latte vegetale alla soia, riso, avena o mandorle.
Se non tollerate neppure un granello di lattosio potete preparare deliziose creme e dolci con il latte vegetale.

Se avete voglia di girellare un pò in rete, troverete tante informazioni, a volte fasulle, altre volte valide.
Nel mio piccolo cerco di dare suggerimenti in base alla mia esperienza, ricette testate dove non c’è traccia di lattosio, seguite l’etichetta ” senza latticini” e potrete preparare un ottimo pranzo, dagli antipasti al dolce, che sarà gradito da tutti. Spero di essere stata esauriente, ma se avete qualche dubbio o volete qualche chiarimento, chiedete pure, sono a disposizione.

Ricordate che il lattosio è lo zucchero del latte dei mammiferi, quindi NON PUO’ TROVARSI IN FRUTTA E VERDURA.

Print Friendly, PDF & Email

100 Risposte a “Cosa può mangiare un intollerante al lattosio”

  1. in parecchi siti c’è chi dice che anche le verdure e le carni non si possono mangiare.Io non so più cosa mangiare anche perchè sono celiaca e ho l’intolleranza al lattosio.Aiutami!

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Francesca, mangia tranquillamente carni bianche e pesce, verdure (che non contengono lattosio), riso, mais. I legumi, come anche il cavolo, in un apparato gastrico sofferente, come è quello dell’intollerante e celiaco, come nel tuo caso, possono dare fastidi perchè fermentano, quindi puoi riprenderli a mangiare, a piccole dosi, solo quando starai bene. Vedrai che dopo un periodo di depurazione, che può durare anche alcuni mesi, potrai riprendere a mangiare anche i formaggi stagionati, come caciotte e grana, emmenthal, scamorza e anche un buon mascarpone ( accertati però che non ci sia panna aggiunta. Io uso quello della coop ed è perfetto).
      Per ora sostituisci i latticini con latte vegetale, che può essere soia, avena o riso, fai una bella colazione con gallette di riso e marmellata, a pranzo mangia riso, pasta al mais, polenta condita con verdure, pomodoro,ragù,panna di soia e proteine, come pollo, tacchino, maiale, pesce e verdure. E se hai voglia di un dolcino sostituisci la farina con fecola di patate, il burro con margarina o olio e segui la ricetta che preferisci. Io ne ho diverse che puoi fare sostituendo la farina, basta che tu segua il tag “senza latticini” o guardi nell’elenco di questa sezione. Procedi a piccoli passi e se hai domande io sono qui 🙂

      1. Ciao anche io sono intollerante al lattosio, questo problema,come tutti quelli di origine genetica, ha un grado di espressività differente,per esempio il mio stomaco non tollera neanche le poche tracce di lattosio presenti in altri alimenti oltre ai latticini,quali broccoli, cipolle dorate e bianche, funghi quasi tutti ad eccezione dei porcini, pere e carni da animali da latte quali per esempio agnello o porchetta,in otre molti insaccati contengono lattosio e alimenti da forno e anche cose che non ti aspetti quali per esempio ,le patatine san carlo alla paprica. Il mio consiglio è leggere sempre gli ingredienti in ogni cosa. ( attenzione anche ai farmaci). Un saluto 🙂

        1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

          E’ vero che ognuno di noi ha un diverso grado di tollerabilità, rispetto al lattosio, ma facciamo un pò di chiarezza. Il lattosio è lo zucchero contenuto nel latte dei mammiferi, quindi non può esistere nei vegetali. Quello che ti dà fastidio è la ricchezza di fibre contenute nelle verdure che tu hai citato, e che va ad irritare il tuo intestino già provato. Ma nei vegetali e nella frutta NON c’è lattosio.

          1. Buongiorno Sabrina,
            una domanda da (ahimè) neofita intollerante: se è vero che il lattosio non può esistere nei vegetali, perché allora sono presenti in rete tabelle con livelli di lattosio segnalati anche per frutta e verdura? Ad esempio: http://www.torrinomedica.it/studio/TabellaLattosio.asp#axzz3mwxOqMt5

            Grazie mille,
            Irene

          2. Il Ricettario di Sabrina dice:

            Ciao Irene. Purtroppo in rete si trovano molte informazioni scorrette, ma se pensi
            che il lattosio e’ lo zucchero del latte, come può essere presente in un vegetale? Quella lista e’ stata oggetto di discussione in molti forum, ma purtroppo non sono riusciti a farla correggere e crea problemi a chi, come te, inizia adesso il suo percorso. Se approfondisci, vedrai che tutte le liste fanno riferimento a quella della Torrinomedica, che e’ a sua volta presa da una americana. In pratica derivano tutte dalla stessa fonte.

      2. Ciao Sabrina volevo avere alcune info. fra una settimana farò il breath test per lattoio e lattulosio, i sintomi fanno pensare ad un’intollerenza sepuur non grave. so che le mie domande potranno sembrarti banali ma ho un pò di confusione. devo basarmi sull’etichetta principalmente quindi ad esempio il minetrone surgeto e/o i filetti di merluzzo panati surgelati non riportano alcuna diitura che evidenzia tracce di lattosio latte ecc. significa che posso mangiarli? inoltre prima del test mi hanno consigliato di non mangiare alimenti che contangano lattosio, io ovviamente sto cercando di essere attenta ma succede qualcosa se mangio per sbaglio alimenti con un basso contenuto o tracce di lattosio? ai fini del test intendo? su internet si leggono diverse versioni per lo stesso alimento. i legumi per esempio? in scatola? possono essere mangiati? grazie mille per la tua disponibilità

        1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

          Ciao omonima 🙂
          Ti ho inviato la risposta attraverso la mail arrivata con il tasto contattami, ma copincollo anche qui per i lettori che potrebbero richiedere le stesse cose.
          Vado con ordine 🙂
          Per quello che riguarda le etichette, la normativa in vigore obbliga a evidenziare potenziali allergeni in etichetta, quindi se non vedi scritto che il prodotto contiene lattosio o derivati del latte, vai tranquilla. Io preferisco sempre cucinare da sola prendendo le materie prime, per evitare eventuali contaminazioni, ma all’occorrenza una bella busta di minestrone ha il suo perchè :D.
          Cerca di astenerti il più possibile, ma se qualcosa dovesse sfuggirti prima del test, non preoccuparti più di tanto. I legumi non contengono lattosio, come pure nessun altro ortaggio, cereale o frutto, però può essere che nel confezionamento o nella preparazione mettano latte, nel caso però vale la regola scritta sopra, se non è dichiarato in etichetta non c’è neppure all’interno. Magari non fidarti dei piatti pronti di gastronomia, bar o ristoranti, può essere che qualcosa sfugga, pur con tutta l’attenzione del caso.
          Intanto cerca di essere tranquilla fino al test, se poi dovesse risultare positivo ne riparliamo 😉
          In bocca al lupo

          1. grazie mille! ti disturberò ancora dopo il test forse!! 😉

          2. Il Ricettario di Sabrina dice:

            In bocca al lupo!

  2. io l’ho appena scoperto, di essere intollerante al lattosio aglio e pomodoro. Sono di mio gia piccolina e magra 43 kg e nn vorrei dimagrire ulteriormente… Volevo chiedere prendo la pillola e ho visto che contiene una piccola percentuale di lattosio…posso continuare a prenderla se tolgo nel cibo ogni traccia di lattosio?

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Ciao Sabrina. In genere la percentuale di lattosio contenuta nella pillola è così piccola da non creare disturbi, quindi continua pure a prenderla senza problemi.

  3. Ciao sono una mamma che allatta e mia figlia e intollerante alle proteine del latte!!sto impazzendo il lattosio e ovunque!!volevo sapere se nella passata di pomodoro c’e’,e nelle fette biscottate integrali.siccome siamo all’inizio dello svezzamento,negli omogenizati di frutta e presente?sono molto preoccupata,mia figlia soffre molto se sbaglio un alimento!!grazie!!cordiali saluti T

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Tina, mi dispiace che tua figlia debba già stare attenta al cibo. C’è di buono però, che può passarle con il tempo, visto che è così piccola. Purtroppo non posso darti la certezza assoluta che le proteine del latte non siano negli alimenti da te richiesti, ma impara a leggere tutte le etichette, privilegia solo gli alimenti in cui è scritto che non contengono derivati del latte, ne esistono sempre di più in commercio- Per quello che riguarda gli omogeneizzati di frutta, dovrebbero e sottolineo dovrebbero, contenere solo frutta e per quanto riguarda le fette biscottate integrali, alcune, purtroppo presentano tracce di latte, ma nel caso di tua figlia non dovrebbero dare problemi. Non hanno derivati del latte le fette Grissinbon, conad, coop, che sono quelle che uso io. Ma mi raccomando leggi sempre l’etichetta, non fidarti mai, a volte le ditte sperimentano e cambiano ingredienti, una lettura veloce agli ingredienti dalla sempre. Una volta superato lo svezzamento vai da un bravo nutrizionista/pediatra e prova a reintrodurre piano piano il latte e i suoi derivati, vedrai che ce la farai. In bocca al lupo.

  4. Pinuccia Grassi dice: Rispondi

    Ciao sono Pinuccia. Ho scoperto di essere intollerante al lattosio….dopo un periodo di forte stess emotivo!!! Avevo sempre aria nella pancia e sono anche dimagrita! !!
    Dopo varie eco…e emoanalisi ho scoperto l ‘intolleranza!!
    Ti risulta che tale situazione faccia dimagrire? ? E poi …in genere possono venire dei dolorini al basso ventre…quando si mangia qualcosa vietata??? E ancora. …l’intolleranza può rientrare? ??? Grazie.

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Ciao Pinuccia. In genere allergie e intolleranze sono portate ad uscire fuori dopo situazioni di stress, sia fisico che psicologico. Probabilmente il dimagrimento è dovuto all’ irritazione all’ intestino, che l’intolleranza porta con sè e dovrebbe stabilizzarsi dopo un periodo di esclusione totale della sostanza che causa problemi, in questo caso il lattosio. I dolori al basso ventre sono provocati dall’aria che si forma nell’intestino a causa della mal digestione del lattosio, quindi sì, sono normali; aiutati con compresse di carbone vegetale e finocchio e assumi fermenti lattici senza latticini, li trovi comunemente in farmacia. Purtroppo una volta che l’intolleranza si manifesta, non si torna indietro, ma se segui una corretta alimentazione, escludendo tutti i prodotti che contengono lattosio e derivati del latte, vedrai che starai meglio e potrai anche sgarrare, di tanto in tanto. Se hai altre domande, mi trovi qui. Buona fortuna 🙂

  5. Ciao Sabrina,
    sono anch’io tra gli intolleranti al lattosio e pian piano sto scoprendo cosa mangiare e cosa non mangiare.
    Dato che il 14 Aprile vorrei festeggiare l’anniversario di matrimonio con una bella torta, mi daresti una ricetta facile facile?
    Ti ringrazio e grazie per i tuoi suggerimenti.
    A presto.
    Daniela

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Daniela! Dammi qualche indicazione in più, la vuoi farcire o preferisci una torta soffice, buona e senza farcia? Ho già in mente un paio di idee 🙂
      Sicuramente una chiffon cake, che è ottima mangiata da sola ed è semplice, oppure una torta al limone, farcita con crema al limone. Hai visto nella pagina delle ricette dolci senza latticini? Dai un’occhiata e dimmi se c’è qualcosa che preferisci, cercherò di spiegare al meglio il procedimento 😉
      E tanti auguri 🙂

  6. ma posso mangiare alimenti che hanno tra gli ingredienti proteine del latte?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Sì, se sei intollerante al lattosio non dovrebbero darti problemi. Quello che dà fastidio agli intolleranti è lo zucchero del latte, cioè il lattosio, appunto

  7. o scoperto adesso ,, che sn intolerante al lattosio elenco:, grano grano contollo mais soia latte latte controllo (cosa significa latte controllo) maiale fagioli, gamberi fragole caffe. da di più al grano la percentuale e 3 e al latte . volevo sapere che tipo di pane e pasta mangiare grazie ma le dico che nn o dolore addominale ecc..

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Grazia, non sono medico, la mia conoscenza del problema si limita all’intolleranza al lattosio e solo per quello posso risponderle. Forse dovrebbe rivolgersi ad un medico specializzato in allergie, che possa darle indicazioni giuste per lei. In bocca al lupo 🙂

  8. mi hanno detto che sono intollerante al lattosio mi sono curata cioe’ ho fatto una dieta da una nutrizionista sono calata in due mesi 9kg, ma adesso sono ritornata come prima con i miei chili in piu’ pero’ ho solo la pancia gonfia ma x il resto braccia e gambe in proporzione sono magre ho solo tutto nella pancia mi puo’ far capire perche’? non so’ piu’ che fare sono sempre a dieta ma niente che mi consiglia di fare? potrei fare gli esami x intolleranza alimentare? grazie anticipatamente se mi puo’ aiutare

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Cinzia, bisognerebbe sapere cosa mangi esattamente. La pancia gonfia è un sintomo dell’intolleranza e per eliminarla dovresti essere sicura di avere eliminato totalmente il lattosio dalla tua dieta; spesso è nascosto tra gli ingredienti più insospettabili. Prova per una settimana a mangiare solo pasta o riso con olio o pomodoro, carne bianca e pesce alla griglia e verdura, la mattina tè, caffè o latte di soia con fette biscottate ( assicurati che negli ingredienti non ci sia latte o burro ) o biscotti privolat della misura. Nel giro di tre, massimo quattro giorni dovresti già vedere i risultati, poi scrivimi di nuovo e ti darò nuove indicazioni. In bocca al lupo.

  9. a me hanno dato una pillola lactigest con questa posso mangiare cibi con lattosio ma fino ad una certa dose….xò non so se prenderla e aspettare un po prima di mangiare cibi cn lattosio o posso mangiare subito….?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Nina! Io la prendo subito prima di mangiare il cibo contenente lattosio, masticandola in modo che arrivi allo stomaco già pronta. Se ad un pranzo penso che ci siano molte cose con latticini, ne prendo due insieme.Ne puoi prendere fino a sei al giorno 🙂

      1. ah capito..io ne prendo sempre una nma non masticandola 🙁 ho fatto male? e cmq con una riesco a mangiare la pizza intera….il medico mi ha detto ke a me non funzione matà enzima sarà per quella che con una pillola riesco a mangiarla tutta?
        comunque grazie per le risp sei gentilissima 🙂

        1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

          Ciao Nina, grazie a te 🙂 No, non hai fatto male, va benissimo anche così, buttata giù intera. Sai, ogni organismo è diverso, perciò tutti noi reagiamo in maniera diversa e c’è chi tollera di più e chi meno. Poter mangiare una buona pizza è una soddisfazione 😉

  10. ma avendo preso quella pillola si possono bere alcolici?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      gli alcolici non hanno lattosio, ma hanno così tante controindicazioni, che vanno bevuti pochissimo

  11. ciao Sabrina,il tuo articolo è molto utile,ho scoperto da poco di essere intollerante al lattosio e in attesa della visita gastroenterologica sto cercando di addentrarmi nella jungla dei cibi privi di latte 😉

  12. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

    In genere l’intolleranza al lattosio dà disturbi legati all’apparato gastrico, ma non sono rari altri sintomi come quelli da te riferiti. Hai fatto il breath test?

  13. giuseppina leoni dice: Rispondi

    ho letto nel tuo articolo cose molto interessanti che mi riguradano mi chiamo pina e da tempo avvertivo gonfiore di stomaco dei doloretti fastidiosi lateralmente allo stomaco il mio medico mi ha visitato e ha riscontrato aria dovuta all’intolleranza a qualche alimento mi ha dato delle compresse con le quali ho risolto il problema ma ho dovuto eliminare pomodoro pane pizza biscotti confezionati latticini tutto ciò che è lievito yogurt mi danno acidità e reflusso.il medico mi ha prescritto una visita dall’allergologo secondo te sono sintomi delle intolleranze?grazie
    .

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Pina. Potrebbe essere intolleranza al lattosio. Ti consiglio di seguire il consiglio del medico e prenotare la visita dall’allergologo, che sicuramente ti farà eseguire il breath test, un esame non invasivo con cui stabilire se hai intolleranza al lattosio e a quale livello.
      Fammi sapere il risultato 🙂 In bocca al lupo!

  14. ei ciao sabrina….ho comprato al supermercato delle sottilette kraft in cui c’è scritto senza lattosio…però tra gli ingredienti vi è burro, formaggio, e altri ingredienti ma se sono senza lattosio come mai ci sono questi due ingredienti?? non posso mangiarli vero? aspetto tue risposte grazie in anticipo!!

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Nina. Io non le ho assaggiate, ma ho guardato la tabella nutrizionale e non ha carboidrati, quindi niente lattosio. Le puoi mangiare, magari assaggiane prima soltanto una e vedi la reazione del tuo organismo. Fammi sapere.
      Un bacio

  15. ciao sono veronica ho dato un occhiata be direi molto interessante io ancora devo fare il tes ma molto probabilmente sono intolerante hai latticini perche ho gonfiore di pancia solo quando mangio le cose con i latticini dai speriamo bene a presto

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      In bocca al lupo per il test 🙂

  16. Ciao a tutte, anch’io ho scoperto a luglio di essere intollerante al lattosio, sinceramente ho sempre bevuto molto latte e mangiato molto formaggio, solo negli ultimi due anni (un pò stressanti x me) ho iniziato ad avere problemi nel digerire, avere lo stomaco sempre gonfio e problemi nel deglutire (anche i liquidi).
    Adesso sembrerebbe passato il problema del deglutire, anche se è rimasta la paura, e per l’intolleranza al lattosio, a volte faccio colazione fuori e mangiando il cornetto….. penso anche molto carico di burro, avverto dolore addominale e giramenti di testa… ma per il resto sto attenta e ogni tanto mangio il grana, acquisto prosciutto privo di lattosio e mi aiuto anche mangiando grissini e pizza di Kamut (x digerire meglio).
    Ma mi piacerebbe avere una lista completa di quello che posso mangiare, anche se a poco a poco la sto preparando io personalizzata, nel senso che provo gli alimenti e poi vedo le reazioni.
    Buona giornata a tutti
    Silvia

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Silvia.
      Difficile avere una lista degli alimenti, se hai letto l’articolo hai visto che il lattosio è usato come additivo in molti alimenti, dal pane agli affettati, ai cibi già pronti, perfino nel condimento del pollo arrosto del girarrosto. Poni sempre massima attenzione alle etichette, non stancarti mai di leggere e chiedi sempre la composizione degli alimenti, anche e soprattutto in bar e ristoranti. Se li tolleri privilegia i delattosati, in modo da non eliminare del tutto i latticini e vedrai che ti troverai bene.
      A presto
      Sabrina

  17. Salve e già da un po che soffro di grampi alla pancia e da due mesi che appena mangio latticini tipo mozzarella cioccolato ecc mi viene sempre di andare di corpo la dott mi dice che e sicura al cento per cento che sono intollerante ai latticini anche senza farmi le analisi xke SN a pagamnto cosa potrei mangiare sto impazzendo

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Innanzi tutto elimina tutto ciò che contiene latte e derivati, usa prodotti a base vegetale, come latte di riso, avena, soia per la colazione o per preparare creme e salse. Puoi mangiare carne, tutti i tipi eccetto agnello, maialino da latte, vitella, via libera a tutti i tipi di pesce, pasta, riso, frutta e verdura. E poi hai la possibilità di scegliere anche biscotti, come benecosì della Galbusera, i privolat, brioche come i saccottini alla marmellata della mulino bianco, i cornetti privolat della misura, ecc..Devi solo imparare a leggere le etichette.

      Un abbraccio

  18. CIAO, ANCHE IO HO SCOPERTO DA POCO DI ESSERE INTOLLERANTE AL LATTOSIO. HO VARI DUBBI. iL PRIMO PER ESEMPIO SE POSSIAMO MANGIARE PRODOTTI CHE CONTENGONO MARGARINA VEGETALE.
    iL SECONDO DUBBIO, HO LETTO CHE LA FARINA CONTIENE LATTOSIO. E’ VERO?
    SE É COSI SONO VERAMENTE DISPERATA. PIÚ CHE ALTRO PERCHÉ I PRODOTTI NEI NEGOZI SPECIALIZZATI CHE NON CONTENGONO LATTOSIO SONO CARISSIMI. MI É SORTO IL DUBBIO PROPRIO PERCHÉ IERI HO VISTO NEL NEGOZIO FARINA SENZA LATTOSIO. MI POTRESTI AIUTARE?
    GRAZIE
    RITA

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Rita, nella farina non c’è lattosio, se così fosse dovrebbero scriverlo sul pacchetto. La legge impone di scrivere chiaramente e in grassetto eventuali allergeni presenti nelle confezioni, quindi se non è scritto in etichetta puoi stare tranquilla. Purtroppo molti produttori giocano molto su questa cosa mettendo in evidenza la scritta senza lattosio, a suggerire che le ditte concorrenti possono usarlo. Strategie commerciali.
      Per quello che riguarda la margarina devi fare attenzione che non abbia latte aggiunto, spesso si trova nella margarina spalmabile. Per i prodotti che usano margarina vale lo stesso discorso fatto per la farina, leggi l’etichetta, se in etichetta non compare latte, lattosio, burro o qualunque altro derivato del latte, mangia tranquilla. Puoi mangiare in tutta serenità anche prodotti che riportano la scritta ” prodotto un stabilimento che utilizza latte” e prodotti che contengono proteine del latte, come nel caso della panna vegetale.
      Assolutamente vietati, invece, latticello, panna, crema di latte.
      In bocca al lupo e se hai bisogno mi trovi qui 🙂

  19. Grazie mille per la tua risposta.
    Una domanda. Ho comprato due pacchi di biscotti. In uno c’é scritto che contiene margarina. Ma non ci sta scritto se questa margarina contiene latte o meno, Dovrei chiamare il produttore?
    Poi ne ho comprato un altro (spendendo anche tanto) che dice senza lattosio. Vado a controllare gli ingredienti e sono scritti in tutte le lingue. La cosa strana é che nella traduzione italiano riporta lattosio 0.007>100g. Nella traduzione nelle altre lingue non ci sta questa proporzione. Strano vero? Ora dico se scrivono senza lattosio, poi mi vedo scritto questo, in piu solo in italiano, che significa? Spero che mi possa aiutare. Grazie mille.

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Per il primo pacco, dove è scritto solo margarina, mangiali tranquilla. Per i secondi, in effetti è una cosa strana, non so che dirti. La percentuale è effettivamente molto bassa, direi ininfluente, magari mangiane solo uno e vedi che effetto ti fa.

  20. Vorrei rendervi edotti/e che i formaggi stagionati Praticamente NON contengono lattosio e che quindi possono essere assunti senza problemi dagli intolleranti al lattosio; diverso se una persona è allergica alle proteine del latte vaccino. Per quanto riguarda il burro, ne contiene così poco ( crudo) che non provoca problemi al 99% degli intolleranti: a meno di mangiarne 2 etti al giorno. Il burro cotto non contiene lattosio.

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Barbara, la mia esperienza in questo campo è ormai ventennale. Si può essere d’accordo che molti formaggi stagionati non contengono lattosio, ma il fatto che il burro cotto non contenga lattosio non corrisponde al vero. Questo vorrebbe dire che anche il latte se cotto, perderebbe il lattosio, ma NON è così.
      Inoltre nell’intolleranza al lattosio, come ben saprai è proprio la quantità di lattosio ingerito che causa problemi e purtroppo spesso anche una minima quantità, pari a quella dello 0,1% può dare fastidio ai soggetti particolarmente sensibili. Nel forum in cui sono admin e nei vari siti con cui collaboro, sono molte le persone che non tollerano ASSOLUTAMENTE la minima traccia di lattosio. Ognuno è un caso a sè

    2. io ho scoperto di essere intollerante al lattosio nel 2003 e per circa 7 anni nn ne ho ingerito neanche un minima percentuale…ho iniziato a sgarrare in allattamento e ormai sono 4 anni che lo faccio, vuoi perchè nn posso permettermi di comprare alimenti privi di lattosio e vuoi perchè una minima percentuale la reggo dopo anni di dieta! in tutti questi anni nn ho mai sentito parlare di burro cotto senza lattosio..io so solo che se mangio qualsiasi alimento con burro, burro fresco, latte, panna dolce e salata, besciamella, formaggi molli, etc… sto male..quindi dipende sempre dal soggetto e come tollera il lattosio.

      1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

        Infatti, Annamaria, confermi quello che dico anch’io. L’unica spiegazione per chi mangia cose in cui è presente il burro cotto, è che tolleri la stessa quantità di burro anche da crudo. Probabilmente ha una soglia alta di tolleranza. Grazie 🙂

  21. sono intollerante al lattosio e al frumento, per me è molto complicato, sopratutto mangiare da amici o al ristorante. Non sapevo che ci dono formaggi a dosi di lattosio trascurabili. Grazie

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      E’ un piacere 🙂 Se hai qualche domanda chiedi pure

  22. ciao Sabrina, mi chiamo eleonora e ho scoperto ieri ke sono intollerante al lattosio diciamo ke sto nel panico perke vivo in Germania e non sapendo bene leggere in tedesco non so Cosa fare ma volevo chiederti il pane. cioe la farina 00 ho quella di grano duro oppure le uova anno pure il lattosio?? grazie e a presto

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Eleonora. Per quello che riguarda farina e uova non contengono lattosio, che è uno zucchero del latte e si trova solo dove ci sono prodotti lavorati con derivati del latte. Non c’è lattosio in frutta e verdura, ma puoi trovarlo dove ci sono prodotti pronti e nei salumi. Esiste però una legge della comunità Europea che obbliga i produttori a evidenziare gli allergeni in etichetta, quindi se non vedi scritto Milch, Butter, Sahne, Käse, Milchzucker, Creme o Lactose, dovresti essere tranquilla. Fammi sapere

  23. Salve anch’io purtroppo sono intollerante al lattosio.
    Tre mesi fa ho fatto il breath test al lattosio in quanto da qualche tempo manifestavo dolori di pancia quando assumevo cibi contenenti lattosio. La risposta ha dato esito positivo (77 ppm).
    Questo risultato corrisponde ad una intolleranza grave?
    Ho letto che molti formaggio possono essere assunti tranquillamente dagli intolleranti al lattosio perché il lattosio è in dosi trascurabili, se non addirittura assente.
    Asiago, Caciocavallo, Caciotta toscana, Emmental, Fontina, Gorgonzola, Grana Padano e Parmigiano-Reggiano, Mascarpone, Pecorino , Pecorino romano, Provola affumicata, Provola dolce, Provolone piccante, Robiola, Scamorza, Taleggio. Alcuni inseriscono anche la mozzarella, lo stracchino e la caciotta fresca.
    E’ vero che gli intolleranti al lattosio possono mangiare questi formaggi o quali tra questi è da evitare assolutamente?
    Nella mia condizione (77 ppm) che dieta dovrei seguire? dovrei dire addio a tutti i tipi di formaggi?
    Dimenticavo posso essere anche allergico alle proteine del latte? Questa domanda nasce dal fatto che oltre alla diarrea, i dolori addominali diffusi, di tipo crampiforme, la tensione e distensione dell’addome, il meteorismo ho anche eczema, acne, prurito o seborrea.
    La ringrazio anticipatamente

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Leonardo
      Partiamo dall’ultima domanda, puoi essere allergico alle proteine del latte? Sì, potrebbe essere, ma anche l’intolleranza al lattosio può dare gli stessi sintomi; se hai il dubbio meglio fare anche un esame allergologico, che ti dirà con certezza se sei anche allergico alle proteine del latte. In quel caso dovresti evitare completamente latte e derivati, anche alimenti dove sono tracce di latte e derivati.

      Per quello che riguarda il lattosio invece, il discorso è diverso. Purtroppo l’indice di gravità ( 77 ppm) non dà una risposta univoca, perchè persone con lo stesso risultato tollerano quantità diverse di lattosio, quindi devi trovare da solo, attraverso piccoli esperimenti la soglia di tolleranza del tuo organismo. L’ intolleranza al lattosio provoca problemi in base alla quantità di lattosio ingerita, perchè agisce per accumulo, diversamente dall’ allergia, in cui basta anche solo una piccola quantità a scatenare la risposta immunitaria, perciò conviene andare per piccoli passi. Innanzi tutto fai un periodo disintossicante di un mesetto circa, in cui dovrai evitare qualsiasi fonte di lattosio, latte e derivati, ponendo attenzione anche agli insaccati e ai pasti già pronti; trascorso il mese inizia a reintrodurre piccole quantità di lattosio, ad esempio i delattosati, magari un caffè macchiato con latte accadì ( che contiene lo 0,1 % Di lattosio ), aumentando la quantità di poco ogni volta, fino a trovare la quantità che assunta non provoca danni.
      Per i formaggi ti rimando all’articolo che ho scritto nel blog e che trovi qui.
      Se hai ancora qualche domanda, sarò lieta di risponderti 🙂

  24. Grazie Sabrina, penso di iniziare questo digiuno da lattosio e proteine del latte fino a settembre. Penso che dopo questo periodo di disintossicazione intestinale, per evitare test allergici, inizierò ad assumere qualche alimento che contiene solo proteine del latte per verificare se sono allergico alle proteine. Mi protesti consigliare qualche alimento che contenga solo proteine del latte e non lo zucchero (lattosio). Grazie ancora

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Potresti provare la panna vegetale hoplà, contiene solo proteine del latte, niente lattosio. Potresti farci un dolcetto, come il mio tiramisù eretico e vedere l’ effetto che fa. Fammi sapere 🙂

  25. ciao Sabrina leggendo il commento di Leonardo volevo chiederti io quando ho fatto il test al lattosio il mio grado di intolleranza era (133) dovrei preoccuparmi?? mi sai consigliare qualcosa..perke a me il dottore non mi a dato molte spiegazione e io non parlando il tedescho non ho chiesto die consigli poi una seconda domanda la Carne ha il lattosio tipo il vitellino da latte?? grazie sempre gentilissima!!!

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Eleonora, come ho detto, non è importante il risultato del breath test per valutare quanto lattosio riesci a tollerare, ma devi basarti su prove personali. Segui i consigli che ho dato a Leonardo, la strada è sempre la stessa.Per la carne alcuni sconsigliano gli animali da latte, tipo appunto il vitellino, ma anche qui è questione di sensibilità individuale.

  26. Ciao Sabrina, approfitto ancora della tua disponibilità per chiederti dopo quando tempo si vedono i risultati della disintossicazione da lattosio, mi spiego sono giorni che non mangio cibi che contengono lattosio ma oggi dopo una buon piatto di spaghetti con il tonno e due fette di anguria sono stato male tutto il pomeriggio e sono ancora sofferente. Una collega biologa mi ha consigliato di fare degli esami delle feci (coprocoltura per miceti) per vedere se tutto questo malessere dipende da un crescita abnorme della candida intestinale. Questa intolleranza può essere causata da questo fungo che si è sviluppato in modo esagerato soccombendo tutti i batteri buoni dopo una intossicazione da antibiotici? Alle volte ho un fungo che si manifesta anche alle mani e ai piedi ma non ho mai approfondito perché dopo qualche giorno e con qualche pomata scompariva da sola. Cosa ne pensi?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Diciamo che le due fette di anguria, abbinate a spaghetti col tonno, non è che proprio facilitino un apparato gastrico che si sta disintossicando :D. Per vedere i primi risultati dalla disintossicazione al lattosio basta già una settimana, ma per stare meglio davvero ci vuole almeno un mese e a volte non basta. Certo fare l’esame delle feci non è invasivo e potrebbe toglierti qualche altro dubbio, come ti ha detto la tua collega, io lo farei. Fammi sapere

  27. ciao sabrina volevo chiederti ma possibile che il lattosio sia contenuto anche nelle farine e nel pane ?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Anna 🙂
      Nelle farine è una cosa abbastanza discussa, ma per legge ogni allergene deve essere indicato in etichetta, e il lattosio è considerato un allergene, quindi se non è specificato in etichetta non c’è neppure nell’alimento che stai acquistando. Per il pane il discorso è diverso se si acquista al forno, perchè non c’è etichetta e spesso il latte viene aggiunto all’impasto per renderlo più morbido, quindi conviene sempre chiedere al forno quali sono gli ingredienti specificando che si è allergici ai derivati del latte, in modo che si sentano più responsabilizzati a rispondere sinceramente. Stessa cosa anche per focacce e pizze.

  28. Ciao,aiutami,il mio bimbo di 16 mesi finalmente dopo un luuungo periodo siamo arrivati a capire l’intolleranza,però a volte la notte vomita,lui la notte vomita e il giorno scarica quando gli fa male qualcosa,comunque il mio dubbio cade sul prosciutto oppure sui vasetti di vitello,il prosciutto il negoziante ha controllato gli ingred e non contiene lattosio,quindi è da escludere però ho sempre il dubbio,allora sarà stato l’omogenizz di vitello leggevo che anche il vitello contiene proteine del latte,poi volevo chiederti anche se esistono aiuti economici per ciò,volendo prendere prodotti particolari ho visto che costano un po’,sarebbe un aiuto.non so più che fare che dargli da mangiare,lui è piccino ancora non sa parlare non può dirmi niente io mi trovo in un mondo tutto nuovo,nessuno a cui chiedere,la pediatra non mi è stata per niente d’aiuto,aspetto l,a tua risp grazie mille

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Barbara. Ti capisco, non è facile con un bambino così piccolo. A 16 mesi, però può già mangiare quasi tutto, quindi via i vasetti di vitello a favore di una buona fetta di carne fresca, che sia manzo, pollo, tacchino, coniglio e, se la tua pediatra approva, anche maiale. Puoi dargli il pesce, la pasta e il pane, facendo attenzione che non ci sia latte nell’impasto. Se vedi che non tollera il latte delattosato, dagli latte di mandorle, di riso, di soia o d’avena, facendoli ruotare in modo che non provochi intolleranza anche il latte vegetale, però tieni presente che ci sono bambini cresciuti a latte di soia, che sono adesso dei bei ragazzi e non hanno mai avuto problemi. Per i biscotti prova misura o campiello senza latte e uova e se leggi gli ingredienti sempre, come dovrebbe essere tua abitudine da adesso in poi, ne troverai molti altri che non hanno latte o derivati nell’impasto. Puoi preparare da sola anche merendine e torte, in questo blog trovi molte ricette adatte a chi non tollera i derivati del latte. Purtroppo il sistema sanitario nazionale non fornisce buoni o sgravi per questo problema, ma se segui i miei consigli, vedrai che la spesa non aumenterà di prezzo. In bocca al lupo e fammi sapere.

  29. Ciao,grazie per la risposta,sai il mio bimbo rifiuta totalmente qualsiasi tipo di latte,un mesetto ha bevuto quello di riso ora non lo vuole più,sto provando quello di soia,ma niente,quindi la mattina dopo la prova latte …poi gli do o succo o te,ma non piacciono neanche le fette biscottate dentro il te,ho provato a fargli una torta ma niente,non vuole neanche più i biscotti della misura,quindi il problema per me è la colazione e la merenda,se non beve quel bel biberon di latte e una bella merenda con yogurt un biscottino ho la sensazione che è sempre affamato,lui mi chiede sempre ‘gnammi gnammi’quindi vado in panico pensando …a fame,per la carne intera a volte gliela do ma il problema che ancora non ha i molari quindi anche se a pezzettini piccolissimi non riesce bene a masticarla.ok pian pianino ci abitueremo,grazie,devo solo organizzarmi e andare a fare una bella spesuccia per lui,qui al mio paese si trova quasi niente,ci sono i prodotti senza lattosio però il pediatra me li ha sconsigliati perché c’è sempre una quantità di latte,e se sta male con i vasetti penso che anche questi gli faranno male,boh!!!buona giornata

  30. Da pochi mesi ho fatto il test x intolleraza al lattosio , dopo anni di disturbi e gonfiori . Ora sto attenta alle etichette e x cibi con lattosio ho il silact ma nn ho risolto del tutto il problema ….grazie x i preziosi consigli buona serata ciao Patty

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Grazie a te Patrizia, se hai bisogno mi trovi qui 🙂

  31. ciao, io ho scoperto l’intolleranza al lattosio 6 anni fa, e ora sono in procinto di scoprire se sono anche celiaca. volevo chiederti qualcosa a proposito del lievito, è vero che è una fonte di lattosio? me lo disse una volta un medico, e in effetti tra le cose che mi fanno stare peggio c’è la pizza (anche quella senza glutine e senza mozzarella), quindi ho smesso completamente di mangiarla. grazie

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      No, nel lievito di birra fresco non c’è lattosio, ma può essere aggiunto all’impasto della pizza; molte pizzerie o forni aggiungono latte all’impasto per renderlo più morbido, devi quindi chiedere sempre. Inoltre spesso non aspettano i tempi di lievitazione dell’impasto e per questo risulta poco digeribile, con relativi gonfiori addominali e problemi di fermentazione nell’intestino. Prova a prepararla tu, segui una buona ricetta ( Puoi provare anche quella della pizza napoletana che trovi in questo blog ) con poco lievito e poi vedrai la differenza 😉
      Fammi sapere

  32. Ciao io ho scoperto con l’esperienza di essere da una vita intollerante al lattosio, e la cosa non mi va a genio visto che sono oazza per mozzarelle,formaggi vari ecc.. come aiutino tu prendi delle gocce,ma dove posso trovarle?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Martina! Io le acquisto in farmacia, sono normali integratori di lattasi.

  33. Buongiorno, ho letto con interesse i post di questa pagina ed anch’io, come voi, sono intollerante al lattosio ma non solo, lo sono anche alla soia e suoi derivati, che praticamente viene messa dappertutto come addensante (lecitina), come additivo nascosto in alcune sigle tipo E… Capirete la mia difficoltà a trovare cibi che non li contengano entrambi. Leggo con attenzione tutte le etichette e se ho dubbi lascio stare, è un po’ una rottura perché s’impiega il doppio del tempo a fare le spese ma è l’unico possibile.

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      E’ vero Daniela, l’unico modo è leggere attentamente le etichette e magari rinunciare a qualcosa, ma avendo la certezza di non avere problemi dopo 🙂
      Grazie per il tuo commento

  34. I funghi i piselli le cipolle e altri ortaggi contengono lattosio?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      No, Matilde, i vegetali non contengono lattosio, magari possono essere irritanti per un intestino già provato da una situazione di intolleranza, ma se non hai problemi di colite, puoi mangiarli tranquillamente

  35. Buonasera, sono un professionista del settore alimentare.
    Vorrei solo appuntare la disinformazione che si trova sul web.
    Tengo a precisare che la carne fresca non contiene lattosio, sia essa bianca o rossa, derivante da giovani animali e non.

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Sì, certo. Concordo nel fatto che in rete si trovino molte informazioni sbagliate, io ho cercato di dare indicazioni esatte, basate soprattutto sulla mia esperienza. Ma siamo tutti migliorabili, anzi invito a farmi notare se ci fossero inesattezze.

      1. Il suo sito è veramente interessante. Lo consulto molto spesso perché trovo splendide le sue ricette, per questo le faccio i miei complimenti. Mi scuso se mi sono intromessa, ma trovo troppo spesso sul web indicazioni erratte sul lattosio e trattando pazienti con tale intolleranza, mi rendo conto del perché essi abbiano adottato una dieta molto drastica.

        1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

          Grazie, i suoi complimenti mi fanno molto piacere 🙂
          Il discorso sull’intolleranza è complicato, basandomi sulla mia esperienza le posso dire che nel mio caso la cosa è peggiorata nel corso degli anni, arrivando a distanza di tantissimi anni ( ho problemi dalla nascita ) a tollerare pochissimo. Ancora riesco a mangiare, se in piccole quantità, pecorino stagionato e parmigiano stagionato, ma tollero pochissimo i delattosati e per nulla cose che in teoria non dovrebbero avere lattosio ( o averne molto poco, come nel caso del burro ). Mi fa piacere avere la sua opinione sulle pagine che ho scritto, ogni commento è benvenuto 🙂

          1. La ringrazio di cuore. Se posso permettermi, vorrei suggerirle indagini più approfondite dell’apparato digerente e un consulto dietetico mirato al suo caso, che mi sembra più un colon irritabile e non una semplice intolleranza.

          2. Il Ricettario di Sabrina dice:

            Grazie a lei 🙂

  36. Ciao a tutti..da2 anni soffro maledettamente di scariche, dolori addominali e gonfiori all addome.i primi 5 mesi andavo in bagno fino a 20 volte al giorno,butta do via ormai solo muco.la mia dottoressa di famiglia mi curò x colite dicendomi che ero nervosa..ma i problemi nn passavano..andai da un gastroenterologo raccontando nei dettagli tutto e anke lui mi disse ke era colitw.poi un dottore mi disse ke ero celiaca e quindi d mangiare senza glutine, iniziai l alimentazione e andava poco meglio ma il tutto si ripresentava..convintami ke fosse colite eliminai dalla mia dieta tutto cio che potesse farmi male.avevo cmq i sintomi e un giorno avevo cosi tanti dolori forti all addome ke ho perso i sensi per circa 5 minuti.ho fatto la gastroscopia cn biopsia e nn risulta celiachia..mi hanno fatto fareuna marea di esami ke nn c entravano nulla! Alla fine dopo 2 anni di soffererna ho trovato un gastroenterologo k è stato la mia salcezza , l’unico k nn mi ha neanke nominato la parola colite! Mi ha subito eliminato glutine e latticini nell attesa che arrivassero gli esiti delle prove di intolleranza..ebbene sono intollerante al latte e derivati,cioccolato, banana, uova..poi gamberi, grano…insomma..adesso sto mangiando senza glutine e senza lattosio e derivati e senza uova..quindi ho iniziato a fare i biscotti ecc perchè trovare i biscotti senza quei 3 elementi è difficile e quelli k trovo costano un sacco!! E allora cn le ciambelle ci sn già…ma per quanto rigurda i biscotti che cmq gia senza uovo è un dramma..poi la margarina vegetale posso usarla?? Scusate lo sfogo ma è bello condividere con chi come me o piu o meno ha sofferto..io oltre a soffrirne fisicamente ho dovuto sopportare che chi doveva aiutarmi mi diceva che ero STRESSATA!!!!!

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Veronica. La tua non è un’esperienza isolata, prima di scoprire l’intolleranza al lattosio molti di noi fanno il tuo stesso percorso, ma per fortuna ci sono anche medici competenti, che si fanno qualche domanda in più 😉
      La margarina puoi usarla, però quando la compri fai attenzione che tra gli ingredienti non ci sia latte ( ad esempio la Gradina HA latte e quindi per noi non va bene ) Una buona margarina è invece quella della Vallè con olio d’oliva.
      Vedrai che in poco tempo starai bene 🙂
      P.S. se cerchi tra le ricette del blog la categoria senza uova e vegan, troverai biscotti senza glutine, uova e lattosio, fammi sapere se ti sono piaciuti.
      Un abbraccio

  37. Buongiorno
    sono intollerante al lattosio ieri al ristorante ho mangiato piatti a base di pesce e gamberetti in salsa rosa solo un cucchiaio e taralli e grissini comunque sono stata male con dissenteria dopo 1 ora dalla cena secondo lei cosa può essere stato
    grazie saluto sabrina

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao omonima 🙂
      I ristoranti spesso preparano la salsa rosa aggiungendo la panna montata, potrebbe essere stato quello. Quando mangi fuori casa chiedi sempre gli ingredienti e dichiara di non poter mangiare latte e derivati, compreso lattosio. Non è sempre sicuro, ma spesso e volentieri prestano attenzione a quello che puoi mangiare o meno. Per evitare problemi, oltre a dichiarare il mio problema, io mi riparo con una compressa di enzimi, una buona abitudine per evitare effetti indesiderati 😉
      Un saluto

  38. Ok grazie mille
    sabrina

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Grazie a te per il commento 🙂

  39. Ciao a tutti,io sono intollerante al glutine lattosio e ad altri alimenti anche se in minima quantità…..sono andata da due nutrizionisti naturopati e omeopati e tutti e due mi hanno vietato la carne rossa perché contiene in natura lattosio…adesso..qui leggendo,penso”ma come???la carne rossa
    Non contiene lattosio?”mi dispiace…ma sono un po scettica e per niente convinta di quello che ho letto…non solo questi due professionisti,se pur diversi,mi hanno detto questo….tanta altra gente..intollerante anch essa al lattosio,che la carne rossa contiene lattosio….io ora non so se me l hanno vietata perché ho una intolleranza lieve in generale anche a la carne bianca di maiale e uova…ma non credo…mi hanno evitato pure i formaggi stagionati e quelli delattosizzati(se cosi si dice)grazie in anticipo per la risposta!

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      No, la carne da sola non contiene lattosio, ma può contenerne nella lavorazione. Sta all’onestà del macellaio dirti se è stata trattata con lattosio o derivati del latte. Per quello che riguarda la mia esperienza di intollerante estrema ( non tollero neppure una minima parte di lattosio ), ti posso dire che mangio carne da sempre, anche se raramente, sia bianca che rossa e non ho problemi. Il fatto che tu abbia così tante intolleranze mi fa pensare che la colpa del divieto non sia il lattosio.
      Da quello che capisco, però tu non hai fatto il breath test, ma solo test di intolleranze generici; normalmente chi fa questi tipi di test deve stare un mese in depurazione totale, ecco spiegato il motivo per cui ti hanno vietato tutto. Vedrai che ti faranno un periodo di rieducazione alimentare e poi potrai tornare a mangiare ciò che vuoi. In bocca al lupo!

    2. Ciao Jessica, sono un Tecnologo alimentare e nutrizionista. Il lattosio è un disaccaride che ha origine esclusivamente a livello della ghiandola mammaria. Si ritrova, quindi, nel latte e nei suoi derivati oppure in prodotti a cui è stato aggiunto come coadiuvante tecnologico (es. Insaccati). Ti assicuro che la carne fresca non ha alcuna traccia di lattosio, in quanto tale zucchero non si ritrova nella muscolatora e nel circolo ematico. Vedo tanti casi come il tuo ogni giorno e mi spiace che ci sia tanta disinformazione a riguardo. Ti saluto cordialmente.

      1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

        Grazie Manuela 🙂

        1. è un piacere ☺

        2. Grazie mille!proverò a chiedere il motivo della loro decisione..comunque io ho anche un problema di tiroide…e solitamente l intolleranza al lattosio e al glutine sono spesso collegate…quindi per scelta,non credo rintrodurró ne lattosio ne glutine…ma é comunque per informazione…perché mi piace sapere queste cose..ecsoprattutto le cose corrette.grazie di nuovo

          1. Il Ricettario di Sabrina dice:

            Grazie a te, i confronti sono sempre stimolanti 🙂

          2. Certo Jessica, gli ormoni tiroidei influiscono a livello intestinale .
            Ti consiglio di nn eliminare latte e latticini e gli stagionati, preferendo i delattosati dopo un periodo di esclusione totale che dovrebbe durare x circa un mese. Per quanto riguarda il glutine, il mio consiglio (se avrai piacere di accoglierlo) è quello di introddurre il seitan dopo un periodo di eliminazione di tale complesso proteico; se avrai sintomi quali confusione mentale e problemi intestinali, allora potrai esser certa dell’intolleranza al glutine, altrimenti il problema è un altro!
            Buona giornata ragazze!

          3. Il Ricettario di Sabrina dice:

            Ciao Manuela, buona giornata anche a te 🙂

  40. Ciao avrei bisogno di confrontarmi con te

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Ester 🙂 Puoi scrivermi se vuoi

Ogni tuo commento sarà il benvenuto